Fobia
La fobia è una delle forme patologiche di ansia è una paura anormale di un oggetto o di una situazione.

L’agorafobia, per esempio, è la paura di essere in luoghi pubblici, circondato dalla folla, e di non essere in grado di sfuggire facilmente si è in preda al panico.

Ci sono così tante fobie:

Fobie di animali (topi, cani, serpenti, ragni …), fobie di situazioni (paura degli spazi chiusi, come l’ascensore, gallerie, la paura delle altezze, acqua, aereo …), fobie sociali (la paura di parlare in pubblico, agorafobia, la paura di arrossire …), ecc fobie non sono solo i timori di oggetti o situazioni. Sono per lo più paure irrazionali, ingiustificati o esagerate rispetto alla causa che ha origine.

Il malato è consapevole del fatto che si tratta di una paura irrazionale, ma non può controllare quella sensazione finale di ansia che, anche, a volte sfocia nel panico.

Molti fobici non soffrono così tanto del loro problema perché ciò che fa scattare la paura è facilmente evitabile (invece di prendere l’ascensore, si opta per le scale). Ma per altre fobie influenzare fortemente il lavoro e le relazioni sociali. A volte fobie portare alla depressione o comportamenti patologici (alcolismo …). Il fobico sociale tende a sotto il valore e sovrastimare gli altri.

Il timore principale è focalizzato su questa o quella situazione: parlare in pubblico, parlando ai superiori, corteggiando qualcuno … In molti casi, questo handicap li porta a limitare drasticamente le relazioni e la vita sociale, fatta eccezione per alcune molto vicino amico o un parente. La fobia può essere trattata con farmaci (ansiolitici, beta bloccanti, antidepressivi) quando non è possibile evitare la situazione che crea. I casi più difficili richiedono un ricorso alla psicoterapia. terapie comportamentali sono spesso efficaci, e possono essere associati con o senza farmaci. Lavorano confrontando il soggetto a causa della fobia, in situazioni di pericolo, a volte virtuali, e sono spesso associati con tecniche di rilassamento.